It is time to find roots, to rediscover the embrace of nature, to listen to the Earth breathing. It is time to go home.

scroll

Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare il sito acconsenti al loro utilizzo. Leggi le Policy

drag

next project

I 7 principi della bioarchitettura

01 Lug 2019

1. Radicarsi nell’ambiente circostante.
Non si può pensare di costruire una casa ignorando il contesto in cui si inserisce. Ogni progetto Beeliving inizia con un’attenta ricerca del terreno edificabile. La casa dovrà sorgere in mezzo al verde, sufficientemente distante da centri industriali e da grandi correnti di traffico, per godere di un’aria più pulita e respirabile. Vengono inoltre presi in considerazione fattori come il clima, i campi elettromagnetici, la tipologia del terreno, il contesto antropico del sito (in modo da determinare sia la posizione della casa sul terreno, sia il suo orientamento) il panorama e la continuità con le forme storiche urbanistiche.

 

2. Costruire per durare.
Le case ecosostenibili hanno elevata maggiore longevità, una facile manutenzione e sono adattabili a cambiamenti d’uso. Alla fine del loro ciclo di vita, inoltre, sono facilmente decomponibili e smaltibili, soprattutto se è semplice il sistema costruttivo e limitata la varietà dei materiali impiegati.

 

3. Progettare in rapporto al clima locale.
Consente lo sfruttamento passivo degli apporti energetici solari, l’ottimizzazione dell’illuminazione e ventilazione naturale con un sensibile risparmio energetico e un elevato comfort climatico.

 

4. Puntare all’efficienza (energetica).
Risparmiare energia significa anche risparmiare denaro. Come si ottiene? Con un elevato isolamento termico, conseguito grazie alla combinazione di tecniche e tecnologie utilizzate per  la realizzazione di pareti, soffitto, tetto e finestre. Ciò permette di ridurre al minimo la perdita di calore in inverno e di essere isolati dall’eccessivo calore esterno in estate. I costi di riscaldamento e climatizzazione si riducono drasticamente e l’ambiente ne guadagna in salute.

 

5. Pensare a fonti energetiche rinnovabili.
Nella progettazione di un edificio bisogna valutare l’impiego di tecnologie che usano energie rinnovabili (sole, biogas, legna). Conveniente è la produzione di acqua calda sanitaria tramite collettori solari e la produzione di calore con caldaie al alto rendimento e pompe di calore, oltre alla produzione di energia elettrica con sistemi di cogenerazione, pannelli fotovoltaici e generatori eolici.

 

6. Garantire un ambiente sano, anche all’interno.
I rischi per la salute derivano anche dall’impiego di certi materiali da costruzione utilizzati. L’aerazione controllata degli ambienti Beeliving e il riscaldamento ad aria garantiscono aria sempre fresca anche in presenza di finestre chiuse, riducendo l’accumulo di polvere, sostanze nocive e allergeni. L’isolamento termico ottimale, inoltre, protegge dall’umidità esterna.

 

7. Utilizzare materiali ecosostenibili e locali.
In Beeliving usiamo solo materiali e tecniche ecocompatibili, con processi che necessitano poca energia e che riducono così sensibilmente l’impatto ambientale. Utilizziamo materiali appartenenti alla cultura locale perché rende i trasporti brevi, riducendo il consumo di combustibili e l’inquinamento ambientale.