It is time to find roots, to rediscover the embrace of nature, to listen to the Earth breathing. It is time to go home.

scroll

Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare il sito acconsenti al loro utilizzo. Leggi le Policy

drag

next project

I materiali della bioedilizia: la fibra di legno

20 Dic 2019

Nota anche come lana di legno, la fibra di legno è un’isolante vegetale derivato da scarti produttivi dello stesso. Gli alberi da cui viene solitamente estratta sono abete e pino. Viene utilizzata per l’isolamento delle pareti Beeliving per le ottime proprietà di conduttività termica, permeabilità al vapore e assorbimento sonoro.

 

L’impiego della fibra di legno consente di ridurre la presenza dei ponti termici, uno dei problemi più comuni che affliggono le case di vecchia costruzione. In tal senso, la fibra di legno funge da cappotto esterno, che viene applicato sul lato freddo della parete di un edificio.

 

È completamente riciclabile ed ecocompatabile, tanto più che di solito non è sottoposta ad alcun trattamento preventivo con prodotti chimici, come la formaldeide. Inoltre, è un materiale leggero, facile da trasportare, da lavorare o tagliare.

 

 

Caratteristiche:

  • versatile
  • biodegradabile al 100%
  • non marcisce per umidità
  • ottimo isolamento termico
  • resiste al freddo
  • garantisce un dispendio di energia minore
  • consente un migliore comfort energetico

 

 

Campi di applicazione:

  • coperture dei solai
  • isolamento esterno
  • isolamento tra i travetti di copertura
  • tetti ventilati
  • isolamento della pavimentazione
  • pareti interne ed esterne
  • isolamento a cappotto
  • strutture a telaio