It is time to find roots, to rediscover the embrace of nature, to listen to the Earth breathing. It is time to go home.

scroll

Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare il sito acconsenti al loro utilizzo. Leggi le Policy

drag

next project

Bioedilizia: 5 regole per costruire in modo sostenibile

23 Set 2019

1. Costruire alla luce del sole.

Il sole è uno dei migliori alleati della bioedilizia. La calibrazione dell’energia radiante assorbita dalle superfici artificiali è essenziale per evitare dispendi d’energia legati alla climatizzazione. Il giusto orientamento delle strutture favorisce, inoltre, l’accesso della luce naturale: oltre a rendere gli interni più luminosi avremo perciò una una minore richiesta d’illuminazione artificiale.

 

2. Garantire un ottimo isolamento termico.

La riscoperta dei materiali naturali e delle tecniche tradizionali contribuisce a rendere più efficace l’isolamento termico degli edifici.

 

3. Non disperdere nell’ambiente.

Finestre, porte, tetti e pavimenti sono i principali fautori della dispersione termica. Ecco perché la bioedilizia si concentra su queste criticità dell’involucro per ottimizzare la termoregolazione della casa.

 

4. Recuperare le acque piovane.

Con diversi paesi europei che presentano fenomeni atmosferici sempre più tropicali, le precipitazioni torrenziali diventano un elemento non occasionale. I sistemi di protezione degli edifici e il riuso delle acque piovane sono due principi che fanno parte della buona bioarchitettura.

 

5. Ventilare, raffrescare e deumidificare.

Sistemi di ventilazione passiva (come i tetti ventilati in legno) contribuiscono a mantenere gli ambienti più salubri, termicamente regolati e asciutti, anche nelle estati più torride.